Come se niente fosse, l’uomo continua le proprie attività

Continua a svolgersi lo scenario paradossale sotto gli occhi di tutti, ma nessuno si scalda. È pure si sta parlando di diritti, doveri e costituzione. Personalmente vivo diversamente da tutti voi, non ambisco ad accumuli, non coltivo personalità e quindi non patisco malattie di attaccamenti e delusioni. Non sono soggetto ad ansie, depressione e sentimenti impuri derivanti da quelle scelte che si svolgono nel pieno del mezzogiorno e che i cittadini possono solo assistere. La politica non potrà mai fare qualcosa di buono per i cittadini, e i cittadini non potranno mai essere dei buoni politici poiché in essi vi è il seme dell’astuzia. Essere astuti, ne parlo nel nuovo libro molto più accuratamente, è diverso dall’essere intelligenti. La differenza è sostanziale e non paragonabile. Potremo mai definire un cittadino che sia egli politico o attore, intelligente?  Scartiamo la prima risposta che sarà d’acchito, e riflettiamoci. Abbiamo imparato a considerare l’intelligenza come anche il processo dell’intera vita, abbiamo un modello, un’immagine creata ad hoc per le esigenze umane, ma niente che abbia a che fare seriamente con l’intelligenza e la vita. Se foste seri nell’indagine, se procedereste insieme a me nella riflessione mentre leggete, capireste quanto vi sto dicendo. Qualsiasi manifestazione in strada, in alternativa alla consapevolezza della vita e dell’intelligenza, è vana. Inutile.

 

Pubblicità

Ora, cosa possiamo definire intelligente? È l’uomo che vince le elezioni intelligente? Su quali basi, cosa egli crea e semina affinché gli venga attribuito questa onorificenza? Se la politica, abbiamo detto, ancor ‘oggi coltiva il seme della guerra, il contrasto, la divisione, la povertà, tutte cose che potete constatare nella realtà di ognuno degli esseri viventi, visto un tale operato possiamo dire di essere intelligente tutto questo? Allora se non è intelligente tutto questo senz’altro lo sarà qualcos’altro. Adesso tutti voi dovreste cercare di comprendere cosa può essere veramente intelligente per la vita.

L’amore, ovvero l’armonia con il tutto, può essere intelligenza?

Lasciamo perdere cosa abbiamo imparato sull’amore, qualsiasi modello avete in mente è pura questione politica, adesso parliamo di quell’armonia con il tutto che fiorisce, profuma e unisce. Ribadisco ho scritto tutto in un libro, che non dovete prendere assolutamente come oro colato, bensì dovete esplorare, indagare e scoprire l’intelligenza. Quando ce questa qualità di amore naturale, indispensabilmente c’è intelligenza. L’intelligenza di prendersi cura di ogni cosa, di non attaccarsi ai principi e alle parole che tuttavia dividono come fanno i politici come anche le religioni, in sette e fasci vari, come destra e sinistra oppure altre sciocche parole obsolete. Tutto ciò che conforma di conseguenza distrugge la libertà dell’individuo togliendogli l’opportunità e il dovere di indagare cos’è la vita attraverso la conoscenza di se stessi. In questo articolo siete venuti a conoscenza di molte cose, quindi spero possiate avviare una riflessione sana che vi conduca oltre coscienza, nell’intelligenza.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutto in Anteprima

La Newsletter

Lascia la tua email e riceverai gli aggiornamenti.

Prossima Uscita:

Canali Attivi:

Libri Disponibili:

Pagine

Prossima Uscita:

Guarda Anche

Articoli correlati