Condividi

Articoli settimanali

Leggere è fondamerntale, perdersi è facile.

"Non farti trascinare dall'Onda sociologica. Essa vuole conformarti per fini a se stessi, tu sei molto di più di ciò che la società vuole che tu sia"
Autore

Antonio Giardino

Il conflitto del lockdown

Possono chiuderci in casa, in una cella, e non sentirci affatto prigionieri…

Cosa tolgono all’uomo quando lo privano della libertà e dalle proprie abitudini?

Essendo che, gli uomini hanno impiegato migliaia di anni per raggiungere questa dimensione di materialità e di consumismo, abituandosi a tal punto di non vederci niente di male, bensì ritenendolo doveroso in quanto meritevole, è forse il fatto di non poter soddisfare queste abitudini giornaliere che soffoca la psiche dell’uomo?

L’aperitivo al bar, i vestiti ai negozi trash, la camminata in una specifica via piuttosto che nei dintorni di casa? E’ questa la privazione che genera il conflitto del lockdown?

Cos’è che soffriamo maggiormente? Tuttavia ciò che sta accadendo nel mondo è all’inverosimile, ad oggi la politica ha svelato tutti i suoi lati oscuri dimostrando la meschinità di definire democratico qualcosa che di democratico non è. Nonostante l’aver scoperto grazie a questo periodo di forzature di limitazioni fisiche, un rango di dittatori e massoni occulti, dobbiamo porci la domanda: cosa limitano realmente con la prigione o lo stare chiusi in casa con un decreto giustamente legge per colmare ogni sorta di epidemia? Non stiamo chiedendo il perché chiudono, ma vogliamo comprendere cosa ci fa soffrire in questo periodo di privazioni. Tuttavia siamo combattuti fra due pensieri totalmente contrastanti. L’idea del riposo, poiché costretti a starcene dentro immaginiamo momenti di relax, un freno da tutto il caos cittadino, e un attimo dopo però ci sentiamo soffocati dalle stesse mura che garantiscono un silenzio utile a se stessi. Smaniosi in attesa di comprare e consumare aperitivi e cene ai ristoranti. In questo periodo di limitazioni abbiamo assistito alla ribellione di alcune anime, risvegliate dal silenzio forzato della mente che ha ritrovato lo spazio e la forma per riflettere in modo più approfondito, accurato. La mondanità, tutto il caos della città, soffoca l’anima, così nessun cambiamento può mai avvenire, il lockdown di conseguenza ha cambiato la vita nella maggior parte dell’umanità. I dittatori, i massoni moderni, creano circostanze ambigue per fare loschi affari, ormai si è capito, ma l’unica ribellione che l’uomo può sostenere è quella di cambiare se stesso in un periodo così importante per l’umanità intera. Non vogliamo analizzare la pericolosità del virus, non ci compete e diremmo cose poco utili affinché un reale cambiamento può avviarsi, sappiamo e comprendiamo che essi agiscono per i loro interessi avidi, ma la libertà è tutt’altro e a noi interessa comprenderla per poi poterla vivere. Si è per caso liberi semplicemente perché il giorno possiamo consumare alcool e comprare nuovi vestiti? Se si fosse realmente liberi i massoni certamente non avrebbero motivo per chiudere, perché non sarebbero soggiogati dall’idea di comandare e avere i conti in banca sempre più sostanziosi, e i cittadini se fossero anch’essi liberi non soffrirebbero l’idea di non poter consumare e spendere i loro miseri denari in cose inutili. La libertà ha un significato più profondo, essenziale, della semplice autonomia di poter girare liberamente per le strade o aumentare i conti in banca. Sia il dittatore che il massone o il semplice cittadino, sono entrambi vittime del consumismo e del materialismo, insieme formano quella casta definita società e che tutti ne facciamo tremendamente parte. Non sono liberi di godersi la libertà dalla società stessa, nessuno di noi può scegliere se far parte della casta oppure starsene beatamente in pace senza aderire agli schemi imposti. Possiamo stare chiusi in casa con il corpo e non esserlo affatto nell’anima. La beatitudine, quella che invade l’intero essere, non conosce i limiti della coscienza umana. Una talpa chiusa nella propria tana – è nella più assoluta pace, allo stesso modo potrà esserlo l’uomo chiuso nella sua umile casa. Non stiamo affermando di dovercene stare a casa, ma cerchiamo di comprendere il significato della libertà che è prigioniera della materialità e del consumismo che sono la causa di tutto quello che nel mondo sta accadendo tangibilmente oggigiorno.

Può un politico, che si maschera della democrazia, essere libero dall’idea di primeggiare e bramare? Può sfuggire alla paura di non possedere più potere dopo una legislatura? Cosa farà nel frattempo quando questa paura emerge in superfice nel lato conscio della propria mente? Il semplice cittadino, anch’esso, cosa ne sarà il suo stato d’animo quando saprà di non poter consumare un aperitivo al bar? Oppure di non poter adempiere alle solite abitudini distruttive per l’anima e quindi per la libertà di Essere? Tutto quello che sono le reazioni a questi pensieri di paure e pretese inconsce, sono il danno principale dell’umanità, è il fallimento sostanziale dell’amore e della pace, bensì è la causa di ogni forma di guerra psicologica e fisica.

La libertà intesa in questa società paradossalmente è puramente un’opinione individuale, un’ideologia, ovvero è condizionata dalla politica e dalle leggi provenienti da una morale religiosa e culturale, ormai ciò sarebbe palese anche ai miei bis nonni, ormai atomi disgregati, che non sapevano nemmeno cosa fosse la politica e le sue meschine attività occulte…

Vi è una libertà che va ben oltre le definizioni e le opinioni politiche e religiose, che è una libertà senza alcuna condizione esterna e che tutti dovrebbero raggiungere, scopo primario dell’evoluzione del corpo e della mente dell’uomo…Chi possiede una libertà simile, non vive alcun lockdown e nessun rancore ne conflitti verso Commissari e Politici, che per uno sbaglio obbligano massivamente i cittadini a piegarsi a delle leggi che appaiono spesso poco democratiche, una realtà di cui tutti contribuiamo e sosteniamo. Mega colossi mondiali dell’economia che barattano notizie fasulle per continuare ad operare con sotterfugi e magagne sottobanco, ciò è quanto sulla terra sta accadendo e che chi non vede lo definisce complottismo.

Un uomo che vive in uno stato di libertà autentica e reale – è senza condizioni, in qualsiasi circostanza, anche chiuso in delle mura di casa o di prigione. Egli dimora nella pace, nella beatitudine e comprende tutto quello che accade intorno a sé, traendone dei frutti per la propria evoluzione in quanto Essere Umano.

 

i libri

Sono anni che impiego il mio tempo all’interiorità, “all’Essere” piuttosto che “ad Essere”.

esplora il blog intero

Canale Youtube

Troverai i video pubblicati e potrai iscriverti Gratuitamente ed essere avvito quando sarà disponibile un nuovo video.

Gruppo Facebook

Entra a far parte del gruppo condividendo insieme espedienti della vita quotidiana.

Libri Disponibili

In questa pagina trovi tutti i libri pubblicati.

Nuova Pubblicazione 2020

Sta per essere pubblicato "Verso il cambiamento dell'Essere. Un libro che conduce oltre la mente ordinaria.

Contatti

In questa sezione puoi contattarci oppure lasciare un messaggio una opinione o qualsiasi altra richiesta.

Blog

Sezione blog, tutti gli articoli e varie notizie del sito.

lo zoppo

Presto Disponibile in tutti gli store: "Verso il Cambiamento dell'Essere"

i libri sono disponibili anche:

resta Aggiornato

Condividi