Condividi

L’individuo, ad un certo punto, percepisce nuove sensazioni, nuove emozioni, ovvero una percezione che fino a quel punto della propria vita non ha mai provato. Da qui inizia per l’essere una nuova Vita.

Quando l’individuo viene messo alle strette, attraverso situazioni non controllabili e non potendole auto-gestire, egli riceve una scossa nella propria mente che apre dei varchi. La personalità, in parte, si disintegra, e da qui inizia un cammino verso la verità. Ad esempio questo periodo di isolamento, di quarantena doverosa e obbligatoria sotto il punto di vista burocratico, per molte persone sarà dura oltrepassare la fase del virus se già avesse nel proprio corpo malattie pregresse, ma per altre persone è un inizio per una nuova visione. Un modo del tutto nuovo di vedere la vita dopo quei varchi aperti nella propria mente.

Quando si è alle strette, si è obbligati ad un azione.

Immaginiamo quando abbiamo una scadenza. Fino alla scadenza stessa c’è speranza che si possa pagare in un modo o in un altro, ma quando arriva il giorno della scadenza e i soldi non ci saranno, la mente, il giorno stesso, è obbligata a dover trovare altre soluzioni per poter onorare. Così è: “questo momento”, siamo arrivati alla – forzatura – bisogna riflettere e decidere da che parte stare. Beati saranno quelli che accederanno alla nuova vita, dopo che questo momento gli propone un cambio di rotta, ossia l’opportunità di comprendere chi egli è realmente. Sarebbe demenziale non accorgersi che qualcosa sta andando non proprio nei migliori dei modi, e che la vita va osservata da un punto di vista totalmente diverso. In questo momento c’è la paura, eegnano quei stati d’animo di impotenza. Ci si sente impotenti e sconfitti da un evento non controllabile dalla mente umana, esplicando decisamente i suoi limiti. Ciò ha dato una risposta molto ferma in questo, nel far trasparire soprattutto i limiti dell’uomo stesso. È questo è il momento giusto per tutte quelle anime che sino adesso sono state soggiogate dalla personalità, dall’ego e dalla brama del consumismo.

In questo momento così terribile e prezioso nello stesso momento, osserviamoci, osserviamo le cose che ci circondano, valutiamole, mettiamo in discussione l’ordine delle priorità nelle nostre vite, soltanto così potremo ripartire con una nuova visione di VITA.

Buona Quarantena a tutti…Antonio Giardino

 

Condividi